< Indietro

Andrea Zanzotto

tucidide.jpg

Andrea Zanzotto (Pieve di Soligo, 10 ottobre 1921 – Conegliano, 18 ottobre 2011) poeta italiano.

Quando sono pubblicati i suoi primi libri (Dietro il paesaggio nel 1951; Vocativo nel 1957), è accolto come il più prestigioso della sua generazione e considerato il continuatore della linea ungarettiano-ermetica, e inoltre con qualche eco raccolta dal surrealismo francese e dalla poesia spagnola degli anni venti e trenta. Una poesia dunque fortemente controcorrente.