< Indietro

Cielo d'Alcamo

tucidide.jpg

Cielo d'Alcamo. Conosciuto anche come Ciullo d'Alcamo Alcamo, XIII secolo. Poeta e drammaturgo italiano. È uno dei più significativi rappresentanti della poesia popolare giullaresca della scuola siciliana.

Cielo fu attivo nella metà del XIII secolo. Cielo d'Alcamo scrisse Rosa fresca aulentissima, sua unica opera pervenuta, in volgare a base siciliana ma con vistose influenze continentali, a cominciare dal titolo stesso. Citato da Dante nel De vulgari eloquentia (I, XII, 6) ad esempio di un linguaggio siciliano "non illustre", o dei siciliani di media condizione, il testo è un vero esempio di mimo giullaresco, destinato alla rappresentazione scenica.